News

Il NSO è il nuovo strumento previsto dal Ministero dell'Economia e delle Finanze per la gestione telematica degli ordini tra enti del Servizio sanitario nazionale e loro fornitori. Scopri i dettagli del decreto

 17/07/2019

 News

 4 min.


Il decreto del MEF sul Nodo Smistamento Ordini (NSO)

  Gestione Documentale, Digitalizzazione dei processi, Gestione Ordini NSO

Il Nodo Smistamento Ordini, NSO, è il nuovo strumento previsto dal Ministero dell'Economia e delle Finanze per la gestione telematica degli ordini tra enti del Servizio sanitario nazionale e loro fornitori e porterà la digitalizzazione in questo aspetto delle procedure di procurement pubblico. Per non arrivare impreparati alla data di partenza, fissata al 1° ottobre 2019, si può cominciare a informarsi su questo strumento e sugli obblighi a esso correlati prendendo visione della normativa.

Il Nodo Smistamento Ordini, infatti, è stato presentato a luglio 2018 dopo che già la Legge di bilancio aveva trattato l’argomento, lo stesso anno a dicembre il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha rilasciato il decreto con cui l’autorità ha spiegato tutti gli aspetti normativi della nuova soluzione, oltre a darne una definizione precisa. Si tratta di un decreto conciso, che consta di sei articoli in cui vengono affrontati tutti i temi utili per conoscere e approcciare il nuovo sistema.

Il decreto del MEF sul Nodo Smistamento Ordini (NSO)

 Cosa prevedeva la Legge di bilancio 2018

Nella legge di bilancio 2018 non si parlava apertamente di Nodo Smistamento Ordini, ma ai commi 411, 412, 413, 414 e 415 si trattava della necessità di favorire la trasparenza del sistema di approvvigionamento della pubblica amministrazione, ritenendo che emissione, trasmissione, conservazione e archiviazione dei documenti relativi a ordini ed esecuzione degli acquisti di beni e servizi dovessero essere effettuate in forma elettronica.

Per le modalità tecniche, la legge nel comma 414 rimandava ai decreti del Ministero, redatti con la consulenza di Agid – Agenzia per l’Italia digitale. Decreti cui si faceva riferimento anche per le date di entrata in vigore dell’obbligo. Il comma 412 della Legge di bilancio in particolare faceva riferimento agli enti del Servizio sanitario nazionale, spiegando che le operazioni riguardanti i documenti elencati nel comma precedente, quelli cioè relativi a ordini ed esecuzioni, dovessero essere compiute servendosi del Sistema di gestione messo a disposizione e gestito dalla Ragioneria di Stato.

L’obiettivo era monitorare la spesa degli enti sanitari. Il comma 413 spiegava che il Sistema informativo della Ragioneria di Stato deve assicurare che il Sistema di gestione introdotto al precedente comma sia integrato con la Banca Dati Nazionale dei Contratti Pubblici, con lo SDI - Sistema di interscambio delle fatture. 

 NSO, la definizione nel decreto del MEF

Il decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del dicembre 2018 introduce dunque il Nodo Smistamento Ordini, andando a precisare e a definire il nuovo strumento che era stato anticipato con la Legge di bilancio 2018.

All’articolo 1 del Decreto viene introdotto il nuovo sistema di gestione, specificando il nome e che opera presso il Dipartimento della Ragioneria Generale dello Stato. Viene precisato anche che il NSO si occupa di gestire la trasmissione telematica dei documenti informatici che attestano l'ordinazione e l'esecuzione di acquisti di beni e servizi tra gli enti del Servizio sanitario nazionale, i soggetti che operano per loro conto e le aziende fornitrici. L’articolo 1 del decreto precisa anche che è possibile avvalersi di intermediari per adempiere all’obbligo.

L’articolo 2 del Decreto del Ministero anticipa, invece, l’emissione di apposite regole tecniche, linee guida pensate per aiutare pubbliche amministrazioni, professionisti intermediari e aziende fornitrici nell’utilizzo del nuovo sistema di gestione. Le regole sono state pubblicate a marzo 2019.

 NSO, obbligo e scadenze

L’articolo 3 del Decreto del MEF sottolinea che dal 1° ottobre 2019 l’emissione dei documenti attestanti ordini o esecuzioni di lavori tra enti del Servizio sanitario nazionale e aziende fornitrici deve essere effettuato esclusivamente in forma elettronica attraverso  il NSO. Questo articolo è uno dei più importanti del Decreto, in quanto sottolinea la data di entrata in vigore dell’obbligo, utile per le aziende che dovranno adeguarsi per tempo per continuare a operare nell’ambito sanitario. A partire dalla stessa data, le fatture elettroniche dovranno obbligatoriamente riportare gli estremi di tali documenti, seguendo scrupolosamente le linee guida, inoltre gli enti del Servizio sanitario nazionale e gli intermediari non potranno liquidare e pagare fatture non conformi.

L’articolo 4 del Decreto però precisa che sebbene la data di entrata in vigore dell’obbligo sia fissata al 1° ottobre, dal momento in cui il sistema di gestione NSO sarà reso operativo lo si potrà usare al posto della modalità standard di invio dei documenti relativi agli ordini. L’articolo 5 invece sottolinea la possibilità di usare in maniera sperimentale il sistema facendo delle prove.

 Il monitoraggio del Ministero

Come spiegava la legge di Bilancio 2018, lo scopo del nuovo sistema di gestione era il monitoraggio delle spese degli enti del Servizio sanitario nazionale, in un’ottica di trasparenza.

L’articolo 6 del Decreto precisa che il Ministero vigilerà sul corretto utilizzo del Nodo Smistamento Ordini, sottolineando che le Province autonome di Bolzano e Trento si occuperanno di relazionare al Tavolo tecnico dell’intesa tra Stato e Regioni sullo stato di utilizzo del sistema di gestione degli ordini introdotto con il Decreto.

 NSO è il prossimo passo verso la digitalizzazione dei processi aziendali!

Se non lo hai ancora fatto, scarica la tua copia gratuita: "Guida pratica al NSO". Capirai come estendere l'esempio della Fatturazione Elettronica ad altri processi aziendali e come prepararti al NSO

 

 

Articoli correlati

News

Soluzione Gestione Ordini NSO

Il D.M. del 7 dicembre 2018 prevede che i documenti informatici attestanti l’ordinazione di acquisto devono essere obbligatoriamente emessi in formato elettronico e trasmessi per il tramite di NSO, con decorrenza dal 1° ottobre 2019.

Continua

Eventi

Webinar 2019 | NSO - Gestione Ordini XML

Il D.M. del 7/12/2018 stabilisce che documenti informatici attestanti l’ordinazione di acquisto devono essere obbligatoriamente emessi in formato elettronico (XML) e trasmessi per il tramite di NSO, dal 1° ottobre 2019. Partecipa al webinar gratuito!

Continua

News

NSO: che cos'è il Nodo smistamento ordini

Da ottobre 2019 diventerà obbligatoria una nuova procedura telematica per gli enti del Servizio sanitario nazionale: il Nodo smistamento ordini, noto con l’acronimo NSO, un nuovo sistema pensato dal Ministero dell'economia e delle finanze in ambito procurement.

Continua

News

Ordine elettronico per la Sanità: i termini per adeguarsi

Dal 1° ottobre 2019 per aziende ed enti del Servizio sanitario nazionale e i loro fornitori entrerà in vigore l’obbligo di utilizzare il Nodo Smistamento Ordini. Scopri perché devi fare attenzione ai termini

Continua