News

In soli 2 mesi la trasmissione degli ordini elettronici via NSO è aumentata e la percentuale di quelli scartati è diminuita, approfondisci l'articolo per scoprire i primi dati del 2020

 23/03/2020

 News

 2 min.


I primi numeri degli Ordini Elettronici via NSO

  Gestione Documentale, Gestione Ordini NSO, Peppol

Il Mef ha pubblicato il grafico con i primi dati significativi del NSO.
Come previsto dalla Legge di bilancio 2018, il nuovo obbligo di gestire gli ordini esclusivamente in formato elettronico per il tramite del NSO (Nodo Smistamento Ordini) è entrato in vigore il 1° febbraio 2020 per tutte le pubbliche amministrazioni del Servizio Sanitario Nazionale e sui fornitori di beni.

I primi numeri degli Ordini Elettronici via NSO
Fonte: Sito ufficiale del MEF

Dal grafico è possibile notare che in soli 2 mesi la trasmissione degli ordini elettronici è aumentata e la percentuale di quelli scartati è diminuita, questo a conferma del fatto che le aziende hanno cominciato ad adoperarsi e a mettersi in regola con le disposizioni tecnico-normative.
Questi dati però, non parlano solo delle aziende che hanno aderito obbligatoriamente perché rientranti nelle categorie prima elencate, ma anche di quelle che volontariamente hanno deciso di attuare la digitalizzazione di tutto il flusso documentale. Infatti dal 1° gennaio 2021 tale obbligo riguarderà anche tutte le aziende che prestano servizi al SSN, estendendosi successivamente a tutta la PA fino ad arrivare un domani, non troppo lontano, al B2B.
La fatturazione elettronica in primis, la gestione Ordini NSO ora, rappresentano la chiara e netta direzione del percorso di digitalizzazione che l’Italia ha voluto, vuole e vorrà dare nel futuro.
La tua azienda vuole rimanere indietro?

 Perché gestire gli ordini in formato elettronico?

  • Tenere i documenti elettronici in cloud facilita la condivisione e l’accesso da qualsiasi device
  • Facilita il lavoro degli addetti amministrativi che possono gestire ordini e fatture in egual modo
  • Il canale Peppol, uno dei canali disponibili per la trasmissione degli ordini, permette di gestire qualsiasi tipologia di documento in formato UBL 2.1, Top Consult possiede un Access Point Peppol Certificato per fornire tale servizio
  • Valutare anticipatamente la soluzione prima di aspettare che diventi obbligo, accresce il vantaggio competitivo di un’azienda rispetto ai competitor.

 

 Se sei interessato ad avere maggiori informazioni riguardo alla gestione elettronica degli ordini via NSO e al canale PEPPOL, non esitare a contattarci per una consulenza gratuita.

Richiedi una consulenza gratuita

 

Articoli correlati

News

Come emettere e trasmettere i documenti tramite il NSO per il Servizio Sanitario

Il NSO avrà il vantaggio di rendere automatici molti passaggi della procedura di trasmissione dei documenti di ordine, situazione che per le aziende comporterà un risparmio in termini di tempo e di risorse. Scopri di più!

Continua

News

I 4 canali di comunicazione del NSO: WebServices, FTP, PEC e PEPPOL

Per trasmettere e ricevere messaggi verso e dal NSO, imprese ed enti oltre ad usare i sistemi utilizzati per la fatturazione elettronica, possono usare PEPPOL, il progetto per uno standard europeo. Scopri di più!

Continua

News

PEPPOL – Cos'è e come gestirlo?

PEPPOL, scopri perché è un servizio utile da conoscere anche per le aziende italiane che si troveranno alle prese con il NSO – Nodo Smistamento Ordini. Servirsi di PEPPOL rappresenta un’occasione per porre la propria gestione documentale a un livello europeo, leggi qui...

Continua

News

Come Garantire la trasmissione e la gestione dei documenti in formato UBL XML

Scopri come Garantire la trasmissione e la gestione dei documenti in formato UBL XML e in che cosa consiste la soluzione di Top Consult - Acces Point Peppol certificato.

Continua