News

La Robotic Process Automation è uno strumento utilissimo che, se usato correttamente, può aiutare le aziende nel processo di digitalizzazione e di ottimizzazione del lavoro delle persone. Vediamo come

 24/11/2020

 News

 5 min.


Qual è l'impatto della RPA sul lavoro e sulla digitalizzazione aziendale

  Digitalizzazione, RPA - Robotic Process Automation, Software RPA

Occorre oggi guardare alla Robotic Process Automation da un punto di vista positivo, focalizzarsi cioè sulle potenzialità che la RPA può esprimere in termini di strumenti a servizio di persone, organizzazioni e decisori aziendali, riducendo al minimo la preoccupazione di un suo impatto negativo sull’occupazione. La Robotic Process Automation deve essere vista, infatti, come uno strumento per accelerare il percorso di digitalizzazione aziendale e per ottimizzare il lavoro delle persone che potranno essere liberate da mansioni ripetitive e routinarie, ovvero quelle che possono essere automatizzate, per essere destinate finalmente a lavori a valore aggiunto.

Qual è l'impatto della RPA sul lavoro e sulla digitalizzazione aziendale

 Robotic Process Automation, diffusione e timori

Secondo un report reso noto da Market Research Future, il mercato globale della Robotic Process Automation dovrebbe valere 2,7 miliardi di dollari nel 2023, il che farebbe registrare un tasso di crescita anno su anno a partire dal 2019 pari al +29%. Questo valore assoluto è riconducibile perlopiù a investimenti effettuati in Nord America ed Europa (e qui da Gran Bretagna, Germania e Italia).

Concretamente, l’interesse nei confronti della RPA è sicuramente sollecitato dal fatto che consente di dare a software lavori che essi possono condurre in piena autonomia e, in particolare, di gestire i dati in maniera più efficiente e veloce rispetto a quello che farebbe una risorsa umana.

I software per la RPA lavorano in ambiti e ruoli operativi che sempre più saranno destinati a essere abbandonati dalle persone, si tratta di task noiosi, ripetitivi, poco qualificati. In generale, i processi dove possono intervenire i software sono quelli che hanno un elevato indice di standardizzazione.

Tali software svolgono i task loro assegnati in modalità unattended (ossia non presidiata dall’uomo), nel caso le regole siano fisse e non vi sia necessità di prendere decisioni, oppure attended (presidiata) quando invece serve compiere scelte e quindi dare input diversi.

SCARICA LA GUIDA RPA

Se, quindi, i timori rispetto alla minaccia occupazionale forse, al momento, sono sopravvalutati, non bisogna dimenticare che già oggi affidare gli archivi così come i big data a robot può essere fatto, ma porta con sé un altro tipo di problematica che deve essere gestito opportunamente. Tutte le informazioni raccolte dalle aziende per svolgere i loro processi sono soggette a rigorose leggi sulla privacy e, in generale, devono essere usate salvaguardando i diritti delle persone; l'automazione delle attività comporta, come si è detto, che le macchine si servano di tali dati e deve perciò essere impostata alla luce dell'intera legislazione vigente in materia.

Insomma, la RPA è uno strumento formidabile a disposizione delle aziende e come tale deve essere utilizzato nel modo più corretto, uno strumento complementare e non sostitutivo dell’intelletto umano.

Soluzioni di Firma Elettronica

 Focus sul ruolo della RPA nelle aziende

La RPA ha un forte impatto non solo sui sistemi tecnologici, ma anche sulle persone e sui processi. Mentre i software robot gestiscono infatti determinate attività, le persone possono e devono essere messe nelle condizioni di portare valore aggiunto mettendo a frutto la propria professionalità. Il fine ultimo della RPA è far sì che la forza lavoro sia concentrata sulle attività più rilevanti, il che inevitabilmente passa per una revisione dei processi e dell’assegnazione dei compiti.

Ma quando usare la Robotic Process Automation? Nel proprio percorso di digitalizzazione, le aziende sentono il bisogno di introdurre RPA quando sono alle prese con processi che hanno un elevato numero di compiti e dati da gestire; nei contesti dove si rischia il verificarsi di troppi errori umani; quando un processo può essere facilmente impostato su regole così come quando è possibile definire a priori quali eventi avviano il processo e quindi innescare repliche costanti.

In generale, le tecnologie di RPA sono pervasive, possono essere adottate in tantissimi ambiti, dal marketing alle risorse umane, dall’accounting al settore amministrativo.

 Le opportunità della RPA, esempi in ambito amministrativo

I progetti di Robotic process automation sono molto rapidi da implementare in quanto si basano su software capaci di integrarsi facilmente nei sistemi e dialogare con le varie applicazioni come se fossero persone.

Grazie alla sua velocità di implementazione e ai costi accessibili che la caratterizzano, la RPA è stata adottata in tanti settori. In particolare, secondo la 2019 Gartner State of RPA Survey il 50% dei progetti riguardano la funzione Corporate IT/Systems, il 35% il Finance/Accounting, il 33% Operations and Production, il 31% il Customer Service e poi con percentuali minori in tutte le altre business unit delle organizzazioni.

Tra gli ambiti in cui i vendor attivi nell’offerta di soluzioni per la RPA stanno maggiormente investendo vi sono contabilità e finanza. Le aziende possono, infatti, trarre grande vantaggio dall’uso della RPA per gestire i documenti fiscali, i pagamenti ma anche collegando questi aspetti alla supply chain ossia alla gestione degli ordini, del magazzino, e così via.

In pratica, sul mercato si stanno affermando soluzioni in grado di automatizzare l’intero ciclo dell’ordine: quello attivo, dall’organizzazione degli ordini in entrata alla fatturazione, e quello passivo, ossia tutti i processi e i workflow che riguardano le spese aziendali, dalla gestione completa dei fornitori di materie prime alle verifiche di magazzino, sino ai pagamenti.

Lasciare a software alcune o tutte le attività in questo campo significa, tra l’altro, poter fruire di tantissimi dati su cui basare le decisioni aziendali, l’ottimizzazione dei costi ed eventualmente rivedere le strategie aziendali con l’obiettivo di una maggiore efficacia ed efficienza.


MIGLIORA LA GESTIONE DEI DOCUMENTI AZIENDALI!

Scarica la tua copia gratuita dell'esclusivo contenuto premium: "Evitare gli errori comuni all’inizio dell’adozione della RPA" e scoprirai perchè l’adozione della RPA nei processi aziendali rappresenta un vantaggio e cosa bisogna avere alla base dell’organizzazione interna affinché la Robotic Process Automation svolga la sua completa funzione.

 

SCARICA LA TUA COPIA QUI

 

Articoli correlati

News

Miglior software per la Robotic Process Automation

Ogni organizzazione deve, procedere con attenzione nella delicata operazione di valutare quale sia il miglior software per la Robotic Process Automation (RPA) per soddisfare le proprie specifiche esigenze.

Continua

News

Di cosa hai bisogno per adottare davvero la RPA e digitalizzare la tua azienda

Top Consult vuol essere partner di riferimento per adottare software di RPA: uno dei principali passi da compiere per la digitalizzazione dei processi

Continua

Eventi

Webinar 14 ottobre 2020 | Gestione documentale digitale di ultima generazione: opportunità e benefici

Nel webinar ci sarà la testimonianza di Poltrona Frau, cliente di Top Consult, che grazie alla soluzione "RPA Ciclo Passivo", ha automatizzato il ciclo passivo aziendale permettendoli di innovare la gestione documentale della sua azienda.

Continua

News

Il futuro del documentale ha radici profonde. La storia del documentale è la storia di Top Consult!

Intervista a Pier Luigi e Matteo Zaffagnini, su Office Automation. Cloud, UBL, ma anche Robotic Process Automation e molto altro ancora. Sono queste le novità su cui lavora da tempo Top Consult per portare sempre più efficienza ai processi aziendali. Leggi

Continua